IL METODO TRA CREATIVITÀ E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITÀ E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

IL METODO TRA CREATIVITA' E SOLUZIONE TECNOLOGICA

Concreativity

Concreativity significa realizzare progetti con esperienza ed efficienza, creatività e qualità 100% italiane. Da oltre 50 anni, specializzata nella lavorazione industriale di metalli e materie plastiche, Terenzi Srl è centro di competenze e offre prodotti e servizi integrati.
Progetta, produce e assembla componenti o prodotti finiti, tecnici o di design, tramite stampi o mediante taglio laser, punzonatura (anche a ciclo combinato), piegatura e processi tipici della carpenteria leggera di precisione. Gli stampi per tranciatura, imbutitura e iniezione di termoplastici vengono realizzati dall’attrezzeria interna.
La valutazione attenta di tutti gli aspetti delle commesse, l’aggiornamento costante delle competenze, il rinnovamento delle tecnologie applicate e la selezione accurata delle materie prime, consentono di rendere i processi innovativi, dinamici e ottimizzati, raggiungendo alti standard qualitativi, attenti anche al tema della sostenibilità ambientale e al futuro del pianeta.

La storia

  • 1967
  • 1970
  • 1974
  • 1975
  • 1980
  • 1982
  • 1991
  • 1995
  • 1996
  • 1997
  • 1998
  • 2004
  • 2006
  • 2007
  • 2009
  • 2010
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016
  • 2017
  • 2018
  • 2019
  • 1967

    ESORDIO NELLA MODA

    TERENZI di Angelo Terenzi nasce come tranceria nel 1967 a Tregarezzo di Segrate. Nei primi anni di attività produce diversi accessori, quali bottoni e fibbie per i marchi Levi’s, Fiorucci, Wrangler e Happening.

  • 1970

    LA NON SPECIALIZZAZIONE QUALIFICANTE

    Da iniziale tranceria TERENZI si evolve. Si aggiungono infatti il reparto di galvanica e le unità di progettazione e attrezzeria per l’ideazione e la realizzazione di stampi. Vengono quindi acquisite nuove commesse in svariati settori e sviluppata un’esperienza poliedrica.

  • 1974

    SVILUPPO TECNOLOGICO

    Grazie all’incremento dei tre nuovi reparti di progettazione, attrezzeria e galvanica accanto all’originaria tranceria, le competenze si sviluppano e si orientano anche verso settori tecnologici. Iniziano di conseguenza altre collaborazioni importanti con aziende quali Igv e Sirai Elettromeccanica.

  • 1975

    FONDAZIONE DI ELCO

    Si aggiunge ELCO, specializzata in montaggi, per completare il lavoro di produzione di TERENZI e acquisire un rilevante incarico di assemblaggio elettromeccanico per Fantini e Cosmi.

  • 1980

    INNOVAZIONE

    TERENZI diventa una Srl e con ELCO acquisisce una nuova sede in San Giuliano Milanese. Dagli USA viene importata una delle prime elettroerosioni a filo con controllo numerico. Da questo momento in poi, l’azienda si estende e integra progressivamente nuovi servizi e lavorazioni, ampliando e rinnovando parallelamente il suo parco macchine.

  • 1982

    CENTRO DI COMPETENZE

    Prosegue l’implemento e lo sviluppo di servizi, TERENZI Srl si propone sempre più come centro di competenze: si offrono trattamenti termici, di verniciatura o galvanici.

  • 1991

    L’UNIONE FA LA FORZA

    Avviene la fusione tra tranceria e attrezzeria. Sempre a San Giuliano Milanese si inaugura una nuova sede ed entra in società Anna Focarete Terenzi.

  • 1995

    OLTRE IL METALLO, LE MATERIE PLASTICHE

    Nasce TRIPLASTIC, società di stampaggio termoplastico, in cui partecipa TERENZI Srl. Ciò consente di avviare nuove collaborazioni come ad esempio quella con Modecor e consolidare ulteriormente quelle già avviate, quali ad esempio Luceplan.

  • 1996

    CAPO COMMESSA

    TERENZI Srl acquisisce una nuova veste di capo commessa, offrendo integrazione di prodotti in metallo e plastica e servizi. Il primissimo progetto realizzato in cooperazione con il cliente è “Pulilux PL515” per Vorwerk Folletto.

  • 1997

    CAMBIO GENERAZIONALE

    Luca Terenzi entra a far parte della Società.

  • 1998

    LA SOCIETA’ DIVENTA PIU' FORTE

    Viene acquistata TRIPLASTIC. Entra in società Luigi Ubezio, Luca Terenzi diventa Amministratore delegato e rileva una quota importante della società. Di questi anni l’importante informatizzazione delle commesse per KONE e l’acquisizione di complessi progetti di design come “Aeros” per Louise Poulsen.

  • 2004

    DA TERZISTI A PRODUTTORI

    Viene acquisita Dorval, azienda di stampaggio materie plastiche con prodotti di proprietà.

  • 2006

    JOINT VENTURE CON LUCEPLAN

    Nasce ELEMENTI di LUCEPLAN, dedicata all’illuminazione architetturale. Viene inaugurato il nuovo reparto di montaggio polifunzionale. Vengono inseriti centri di lavoro e strumenti all’avanguardia.

  • 2007

    PLANIUM Srl

    Viene fondata PLANIUM Srl, inizialmente insieme a Design Group Italia e alla famiglia Morettin. La società progetta e produce sistemi di pavimentazione innovativi, autobloccanti e sopraelevati con finiture in metallo texturizzato.

  • 2009

    BRAND TERENZI: CAOSCREO

    Nasce il brand Terenzi CAOSCREO: illuminazione e complementi d’arredo disegnati da giovani e affermati designer, realizzati in metallo piegato e verniciato.

  • 2010

    BRAND TERENZI: ORIGAMI STEEL

    Nasce ORIGAMI STEEL, brand Terenzi, che propone complementi d'arredo e decorazioni funzionali in metallo verniciato, in tante varianti colore, per il giardino e la casa.

  • 2013

    TECNICISMO, MA ANCHE DESIGN

    Terenzi Srl, così evoluta, si propone sempre più come centro di svariate competenze, innovando servizi, attrezzature, macchinari e specializzando team di lavoro sinergici, per fornire assistenza al cliente, produzioni competitive e di qualità. Davide Medri, Martinelli Luce, KOH-Ï-NOOR, Maurizio Galante, Cerruti Baleri, Driade, EmilCeramica Group e Comelit Group sono alcuni tra i clienti acquisiti negli ultimi anni.

  • 2014

    FIORI LUMINOSI

    Terenzi Srl è protagonista nel padiglione dell’Azerbaijan per Milano Expo 2015, con i Fiori Luminosi realizzati per Simmetrico su progetto di Studio Voltaire. In diversi colori, in due altezze, i fiori racchiudono una sofisticata tecnologia. Facendo scorrere la mano sopra i Fiori, la luce modifica la propria intensità. Sempre per il padiglione azero Terenzi “illumina” altri due simboli di questa terra lontana: l’albero del Melograno e l’Aquila maestosa e robotizzata.

  • 2015

    CROMATICA, HUB MULTIMEDIALE

    Insieme e per Digital Habits, Terenzi Srl sfida tecnologia e modernità sviluppando "Cromatica", oggetto multifunzionale che racchiude luce e musica. Sul corpo del prodotto è inserita una porta USB, che ricarica smartphone e lettori audio. Tramite connessione è possibile programmare il colore, l’intensità della luce e la diffusione della musica.

  • 2016

    KUPA, TAGLIO LASER SU UN PROGETTO LUCE

    Dopo la positiva collaborazione per l’Expo 2015, il rapporto tra Lighting di Studio Voltaire, Ingegnerizzazione di Digital Habits e Industrializzazione di Terenzi Srl si consolida originando ILLUMINANCE, divisione dedicata ai prodotti di illuminazione speciali, realizzati a progetto. Nascono quindi diversi progetti Luce tra cui "Kupa", lampada a sospensione realizzata per le migliori sedi italiane, francesi e spagnole degli Iper Carrefour.

  • 2017

    "CANDELA", FIAMMA E LED

    Una fiamma sprigiona luce e un LED la restituisce: Francisco Gomez Paz nel suo progetto si ispira alle lanterne scandinave ad olio... Terenzi Srl per Astep ApS di Alessandro Sarfatti realizza "Candela", lampada d’atmosfera a basso consumo, ecosostenibile, oggetto poliedrico che illumina senza fili e ricarica telefoni tramite presa USB. La fiamma prodotta dalla combustione di bioetanolo, sprigiona il calore ed alimenta la luce LED con soli 2/3 watt.

  • 2018

    LAMPSI, DIAMANTE DI LUCE

    Questa Lampada è stata pensata da Park Associati per Driade. Terenzi Srl si è distinto per il lavoro puntuale di engineering e risoluzione delle criticità produttive. "Lampsi" è composta da un nucleo centrale avvolto da una gabbia grafica rigorosa. Grazie a questa forma, la luce proietta la sua sagoma a diamante intorno, creando linee geometriche sul soffitto e sulle pareti.

  • 2019

    Per ASTEP, Euroluce 2019

    Per Astep ApS, Terenzi Srl riporta alla luce i lavori di un grande nome. Eleganza e versatilità attraversano il tempo con una lampada del 1951 progettata in più versioni da Vittoriano Viganò. Tutte le varianti della lampada "VV Cinquanta" sono una riedizione del passato ed iconico design, industrializzate con tecnologie produttive all'avanguardia, contemporanee. A queste si aggiungono la preserie di "Candela" di Francisco Gomez Paz, FLOS "Modello 2065" di Gino Sarfatti e "Nox" di Alfredo Haeberli, moderne meraviglie.

1967

1970

1974

1975

1980

1982

1991

1995

1996

1997

1998

2004

2006

2007

2009

2010

2013

2014

2015

2016

2017

2018

2019

I nostri numeri

52

ANNI

di esperienza e passione nel segno dell'innovazione

2350

TONNELLATE

per deformare 1.600.000 kg di lamiera ogni anno

6000

WATT

a 250 mm/s per tagliare lamiere con spessore sino a 16 mm

1140

TONNELLATE

per iniettare 80.500 kg di materiali plastici

60

PERSONE QUALIFICATE

per soddisfare ogni vostra esigenza

4500

METRI QUADRATI

di spazio per progettare soluzioni per il metallo e la plastica

Centro di competenze

Sono 8 le nostre aree di competenza, per rendere più fluidi i processi produttivi e proporre anche servizi integrati.

PROGETTAZIONE

1
2

CO-DESIGN

INGEGNERIZZAZIONE

3
4

PROTOTIPAZIONE

INDUSTRIALIZZAZIONE

5
6

PRODUZIONE

ASSEMBLAGGIO

7
8

CABLAGGIO

  • PROGETTAZIONE

    1
  • CO-DESIGN

    2
  • INGEGNERIZZAZIONE

    3
  • PROTOTIPAZIONE

    4
  • INDUSTRIALIZZAZIONE

    5
  • PRODUZIONE

    6
  • ASSEMBLAGGIO

    7
  • CABLAGGIO

    8

Case history

CROMATICA

Digital Habits

2014

KUPA

Illuminance

2015

2.D METABIT

Caoscreo

2015

Mostra tutto

Area Tecnica

PROGETTAZIONE

L'attività di co-design, engineering, progettazione stampi e automazione viene svolta dall'ufficio tecnico per mezzo di software cad-cam a 3 assi e di applicativi specifici per lo studio e la simulazione dei cicli produttivi. Per garantire la massima flessibilità, le stazioni di progettazione sono in grado di importare direttamente file generati da svariati applicativi cad. Tutto il dipartimento tecnico è gestito e monitorato con un software per la schedulazione e la consuntivazione delle commesse, accessibile via web anche dai clienti, per la verifica degli stati d'avanzamento.


TECNOLOGIA

LAVORAZIONE MECCANICHE

Il parco macchine comprende centri di lavoro ad alta velocità per la lavorazione dei materiali temprati e macchinari di grande potenza per le lavorazioni di grossa dimensione (1.000x2.000x500 mm). Sono inoltre presenti Elettroerosioni a filo (WEDM) e a tuffo (EDM) con cambio automatico dell'elettrodo. Le rettifiche sono dotate di controllo numerico per la gestione del ciclo di affilatura della mola e del recupero della quota.


TECNOLOGIA

TAGLIO E MARCATURA LASER

Per mezzo di linee di taglio laser ad alta tecnologia, CO2 e fibra, con potenza di taglio di 2.000 watt e campo di lavoro 1.500x3.000 mm, possono essere realizzati, in tempi brevissimi e a costi contenuti, prototipi, campionature e pre-serie; inoltre, grazie ai robots di carico e scarico è possibile eseguire grosse produzioni senza l'obbligo di dover costruire stampi e di conseguenza agevolando la riduzione degli investimenti. A servizio della linea è installato un magazzino automatico, sincronizzato con il sistema informatico aziendale; la doppia torre di carico permette lo stoccaggio di 150.000 kg di materia prima, suddivisa per tipologia e dimensione, in 45 pianali di carico. Un laser specifico è dedicato alla lavorazione di marcatura, lavorazione di precisione con la quale si possono realizzare etichette, iscrizioni, loghi aziendali, personalizzazioni...


TECNOLOGIA

TECNOLOGIA A CICLO COMBINATO

Di ultimissima generazione la linea di lavorazione combinata è automatizzata con sistema di carico e scarico lamiere. Il campo di lavoro è di 1.250x3.000 mm e la torretta gestisce 54 utensili rotanti. La macchina, oltre che tagliare al laser ed eseguire l'operazione classica di punzonatura, può realizzare: nervature, pieghe, imbutiture, filettature, smussi, etc. Tutte le attrezzature necessarie per l'ottimizzazione dei cicli di produzione sono studiate dall'Ufficio Tecnico interno.


TECNOLOGIA

PIEGATURA

Le presso-piegatrici da 130 ton, con piano di lavoro da 3.000 mm, rappresentano uno degli ultimi ritrovati tecnologici del settore, in quanto dotate di controllo numerico tridimensionale per la gestione automatica del ciclo di piegatura e la verifica delle interferenze. La linea è equipaggiata di cilindri equilibratori che compensano le deformazioni dei piani di piega e da controlli elettronici per la verifica degli angoli. Tali sistemi, combinati alle elevate caratteristiche tecniche, permettono l'esecuzione di pieghe "in aria" di alta precisione; pertanto, gli utensili necessari per la realizzazione dei particolari si riducono a poche unità. Il set-up, grazie al sistema di fissaggio con innesto rapido, è veloce e, di conseguenza, permette una grossa variabilità di produzione senza impattare sui costi di realizzazione. Per le produzioni di grosse serie, un robot antropomorfo è asservito alla macchina con portata al polso di 5 kg.


TECNOLOGIA

DEFORMAZIONE METALLI

Il parco macchine comprende presse meccaniche a doppio montante, con rallentamento in fase di tranciatura (Lever Drive) e controbilanciate con potenza da 45 a 250 ton. I computer a bordo macchina permettono un set up rapido e sicuro degli stampi e la produzione viene monitorata in tempo reale, con un sistema informatico che gestisce i carichi e gli scarichi di magazzino, per avere un controllo preciso dello stato di avanzamento delle commesse. A seconda delle esigenze, la linea di alimentazione può essere pneumatica, meccanica o elettronica (con variazione dei passi gestita da Plc) e qualora sia necessario per la produzione possono essere impiegati transfer meccanici o elettronici e robots. Inoltre, a completamento del reparto, sono presenti presse idrauliche con potenze da 100 a 160 ton.


TECNOLOGIA

STAMPAGGIO A INIEZIONE

Sono a disposizione presse elettriche e idrauliche con potenza da 40 a 350 ton. Per mezzo del movimento di verticalizzazione, sulla linea da 45 ton si possono eseguire operazioni di sovra-stampaggio con insertatura manuale. Tutte le macchine sono equipaggiate con masterizzatore e alimentate da un magazzino automatico che gestisce la deumidificazione e la distribuzione dei materiali. La linea da 320 ton è attrezzata con un robot cartesiano utilizzato per l'estrazione, la lavorazione e la pallettizzazione dei pezzi.


TECNOLOGIA

SALDATURA

3 postazioni automatiche e ulteriori 4 semiautomatiche svolgono le seguenti tipologie di saldature gestite:

  • “Saldatura laser” con o senza metallo d’apporto, a tratti o continuo, per garantire la minima deformazione del pezzo e la massima qualità estetica e strutturale della giunzione;
  • “Saldatura a scarica di condensatori” per l’inserimento di perni alimentati da caricatore automatico e posizionati con CN cartesiano;
  • “Saldatura a proiezione” con potenza massima di 100 kw;
  • “Saldatura a puntatura”.


TECNOLOGIA

ASSEMBLAGGI E CABLAGGI

Il reparto è nato con un concetto di polifunzionalità; sono infatti stati previsti numerose aree pallet per la gestione di un ampio e variegato magazzino di semilavorati, è stato realizzato un impianto a sospensione per la diramazione dei servizi, che permette un'elevata flessibilità delle isole di lavoro ed infine, sono state predisposte differenti attrezzature (manuali, pneumatiche ed idrauliche) che permettono svariate lavorazioni. E' disponibile inoltre, uno strumento per il controllo e la certificazione di apparecchiature elettriche (messa a terra).


TECNOLOGIA

Ultime News

news

18 marzo 2020

news

14 febbraio 2020

Square Rooms

news

21 maggio 2019

Euroluce 2019, TGroup per Astep

Euroluce è la biennale che presenta le soluzioni più all'avanguardia nel campo dell'lluminazione. Per Astep ApS, Planium crea lo spazio espositivo.

Messaggio