LA STORIA

"Chi guarda nelle profondità di Parigi ha le vertigini. Niente di più fantastico, niente di più tragico, niente di più superbo.” (Victor Hugo)

Scuro come la notte ma carico di emozione: sotto la luce dei lampioni lo skyline della città si staglia nitido su un cielo all’imbrunire. Questa è l’immagine e l’atmosfera che si vuole ricreare partendo da una lastra di metallo singolare: la Calamina. Ogni Skylight sarà unico e irripetibile: l’acciaio Calamina utilizzato ha infatti un particolare strato di ossido superficiale che si genera durante la lavorazione, caratterizzando ogni lastra con venature o sfumature distintive.

Da una creazione di Alessandro Giust, Terenzi Srl realizza Skylight che, partendo da una lastra in acciaio Calamina, ricava la sagoma di Parigi, rendendo facilmente riconoscibile quanto accompagna la nostra vista cittadina.

Parigi è una città che ha attraversato diverse epoche e che da diverse epoche è stata attraversata e le sue caratteristiche sono molteplici e differenziate: per questo anche Skylight segue un iter in crescendo che è trasversale, ha diversi stili e tempi differenti, mescola tra loro testimonianze di grandezze passate, tenendo vicini la Basilica del Sacro Cuore del mitico quartiere Montmartre, fulcro bohemienne nella Belle Époque, e Notre Dame, la cattedrale gotica europea per antonomasia; per “staccare” frappone un intermezzo “contemporaneista”, con la Tour Montparnasse divenuta simbolo del quartiere; due opere quindi che rimandano all’Egitto, l’Obélisque de Louxor e la Pyramide conclusa nel 1989 davanti al Louvre, che testimoniano dell’internazionalismo di Parigi, della sua vocazione universalistica; la Tour Eiffel costruita in ferro battuto per l’Expo parigino del 1889, ormai l’edificio contemporaneo più noto; l’Arc de Triomphe fatto edificare da Napoleone dopo Austerlitz; chiude Skylight con una Parigi attuale, con alte torri del quartiere La Défense: la Tours Société Générale, ideato a fine ’90 per ospitare grandi gruppi bancari, e il grattacielo Tour First.

LE CARATTERISTICHE

Skylight è oggetto luminoso e dall’atmosfera intima, soffusa; la luce LED viene alimentata tramite ingresso USB; per la sagoma di una città come Parigi l’illuminazione simboleggia per praticità il romanticismo di un certo elegante clima di Belle Époque, ma soprattutto “l’età dei Lumi” che, ispirata dalla Francia, ha cambiato la Storia d’Europa e del mondo con le sue idee, dando vita al pensiero “moderno”; d’altra parte i due lampioni posti alle estremità della sagoma ricordano che la capitale francese si è munita di questo sistema di illuminazione già secoli fa, precisamente dal giugno del 1825… 

Caratteristica di Skylight è far convergere diverse fasi della Storia di Francia e del mondo in una sagoma prêt-à-porter che sia una sequenza storica in cui rientrano dissimili modi di intendere l’eleganza, l’architettura, l’urbanesimo stesso…

LE SOLUZIONI TECNICHE

Attraverso tecnologia innovativa e precisione millimetrica è possibile concretizzare idee che partono da una semplice bozza: partendo dalla lastra in acciaio Calamina si ricava il contorno della città di Parigi…
Non si tratta di un semplice acciaio: grazie alla lavorazione a caldo, la superficie appare ricca di sfumature e toni che variano di intensità e spessore. 

Per il procedimento atto a ottenere la sagoma, la Produzione Terenzi segue i tradizionali passaggi del taglio laser e piega: attenzione e cura per il dettaglio durante ogni fase vengono garantite dal Controllo Qualità.